Indagine Patrimoniale: quali informazioni si possono ottenere

Indagine Patrimoniale: quali informazioni si possono ottenere

Avere informazioni sul soggetto è importante per fare la scelta giusta e per capire come procedere. L’Indagine Patrimoniale consente di ottenere un quadro chiaro sull’effettiva situazione patrimoniale e finanziaria

L’Indagine Patrimoniale è la scelta giusta quando si vuole conoscere lo stato patrimoniale di una persona o una impresa ed avviare un’azione di recupero crediti.

Quando si parla di Indagine Patrimoniale si intende, infatti, un rapporto informativo completo, vere e proprie investigazioni economico-finanziarie, che consentono di valutare appunto tutto il patrimonio personale, costituito da beni immobili e mobili, quote, azioni e partecipazioni societarie, redditi da lavoro dipendente o da pensione e veicoli.

Allo stesso tempo si verifica anche il patrimonio passivo, ossia i debiti, derivanti da protesti, ipoteche, pregiudizievoli e procedure in corso.

Quando è utile fare l’Indagine Patrimoniale?

Le Indagini Patrimoniali riescono a offrire una visura patrimoniale completa. Sono, quindi, uno strumento idoneo a valutare la convenienza ad attivare azioni di recupero credito o, in caso di contenzioso familiare, a capire la disponibilità economica di una delle parti. 

Quando il debitore è, per esempio, un’azienda in fallimento, e quindi priva di liquidità disponibili, potrà essere utile scoprire se la stessa possiede altri beni sui quali sarà possibile rivalersi per essere ripagato in parte o per tutto l’importo dovuto.


Ti potrebbe interessante: Indagine Patrimoniale per Recupero Crediti, cos’è e quando serve

È possibile verificare anche se questi beni sono liberi da vincoli e, quindi, se sono o meno esigibili. Per questo motivo è fondamentale che le informazioni rilevate siano quanto più dettagliate e veritiere possibile.

Avere indicazioni sul soggetto è importante per capire come procedere, senza ulteriore spreco di tempo e denaro e, quindi, per valutare anche se un’azione giudiziale possa essere o meno conveniente.

Quali sono i beni presi in esame?

Nel corso delle Indagini Patrimoniali sono presi in esame tutti i beni in possesso della persona o dell’azienda. In particolare, includono prima di tutto informazioni per rintracciare la persona o l’azienda, come residenza, domicilio e contatti utili.


Ti potrebbe interessare: Beni impignorabili: ecco cosa non può essere pignorato (o quasi)

Si verifica poi la disponibilità di redditi da lavoro o pensione, la presenza di cariche aziendali o partecipazioni, di conti correnti, il possesso di mezzi di trasporto (auto, moto, autoveicoli), proprietà di beni immobili, visura catastale e la presenza di protesti e pregiudizievoli.

Come si fanno le Indagini Patrimoniali?

Trattandosi di procedimenti estremamente delicati e soprattutto che vedono coinvolti dati particolari, è impensabile effettuare autonomamente questo tipo di indagini.

Le operazioni di rintraccio richiedono la consultazione di specifici archivi pubblici, visure catastali e ipotecarie, per risalire ai beni in possesso di un soggetto o di un’impresa.

Per effettuare un’Indagine Patrimoniale è, dunque, necessario affidarsi solo a personale esperto presso agenzie investigative, come Revela, impegnate da anni in questo settore.

Se hai bisogno di un’Indagine Patrimoniale su una persona clicca qui.

Se hai bisogno di un’Indagine Patrimoniale su un’azienda clicca qui.

PROMO PLAFOND RICARICABILE

CON L'ADESIONE HAI ACCESSO IMMEDIATO A TUTTI I PRODOTTI OTTENENDO FINO A 200€* IN OMAGGIO Ideale per le piccole e medie aziende, per gli studi legali e i liberi professionisti *il bonus si attiva automaticamente su RICARICHE di plafond superiori a 300€
Vai all'offerta
Whatsapp
Come possiamo aiutarla?
Ciao, hai bisogno di aiuto? Scrivici con Whatsapp!